CALCOLA IL TUO NOLEGGIO
Venerdì, 31 Gennaio 2020

Smart Working Green

Quale stampante scegliere?

La stampante è uno dei dispositivi essenziali per lo Smart Working. In commercio ne esistono un’infinità, in questo articolo cercheremo di capire quale sia la più adatta per lavorare da casa.

Smart Working Green

Il primo elemento da considerare è la SALUTE.
Tutte le stampanti laser, per stampare utilizzano il toner, che è composto da polveri finissime di carbone e ossidi di ferro, che vengono trasferiti e fusi sui nostri documenti. Questo processo libera nell’aria del pulviscolo di scarto,
cancerogeno per il nostro sistema respiratorio, soprattutto se ci troviamo in un ambiente non adeguato, ad esempio lo sgabuzzino di casa nostra che abbiamo momentaneamente trasformato in ufficio.
Le stampanti a inchiostro liquido invece non hanno emissioni di polveri, e possono essere posizionate anche in ambienti piccoli, vicino all’utilizzatore in completa sicurezza.

Un altro aspetto fondamentale da prendere in considerazione è il CONSUMO ENERGETICO.
Le stampanti laser, come anticipato sopra, stampano fondendo a 120° il toner sui fogli, consumando tantissima corrente elettrica (circa 1,5Kwatt in fase di stampa, come un forno da cucina!).
Il sistema di stampa a freddo, utilizzato dalle stampanti inkjet, consuma pochissima corrente elettrica (circa 80watt in fase di stampa, come una lampadina). Questo le rende perfette per un utilizzo a casa, dove l’attenzione ai costi è fondamentale.
Concludendo, a chi in questo momento si sta organizzando per il lavoro da casa, ci sentiamo di consigliare macchine a inchiostro liquido, per motivi di salute, ecosostenibilità e risparmio.
EPSON è un marchio che da sempre presta attenzione al tema della salute e dell’ambiente, e la gamma WorkForce unisce sicurezza, tecnologia e affidabilità.

Se sei interessato a più informazioni, contattaci!